Mr.Robot:my mind has been hacked

Ladies and Gentlemen! Ben ritrovati!

Con questo articolo, ormai tutte le rubriche sono state aperte (tra quelle da me programmate fino ad oggi, s’intende). Ho impiegato così tanto tempo per iniziare a parlare anche sul blog di telefilm e annessi, perché volevo trovare l’argomento giusto. E poi ho iniziato Mr. Robot, con il declivio di tutti i deliri che leggerete qui sotto.


Per una persona che, secondo l’app Tvshowtime, ha passato 1 mese, 29 giorni, 15 ore e 30 minuti a vedere serie tv, credo sia molto difficile rimanere sorpresi davvero quando si parla di intreccio, trama, suspence e colpi di scena. Sulla scena telefilmica si parla tanto di Mr. Robot, Sam Esmail (l’autore) e Rami Malek (il protagonista) e un motivo c’é. Mr. Robot é un capolavoro assoluto su tutti i fronti, a partire da una trama fitta di intrecci e colpi di scena memorabili fino a un cast stellare, tra cui il protagonista assoluto Rami Malek, uscito vincitore agli ultimi Emmy Awards. La serie si é appena conclusa con una scoppiettante seconda stagione, ma si prospetta ancora molto lunga (si vocifera che sia stata rinnovata fino alla quinta stagione 😱).

Prima di parlarne in modo più approfondito, evitando spoiler inutili, mi sembra corretto raccontare un po’ la base di quella che nel trascorrere delle puntate diventa una trama abbastanza complessa.

Trama:

Elliot Anderson é un giovane tecnico informatico di New York all’azienda All Safe, affetto da sociopatia, depressione e dipendenza da morfina. La sua abilità di tecnico informatico si ritrova nell’hackeraggio notturno che svolge a danno di persone più o meno comuni, smarscherando i loro segreti e svolgendo la funzione di “giustiziere informatico”. Quando una sera viene avvicinato da un individuo chiamato Mr. Robot, tutto cambia per il protagonista (E per tutti noi, oserei aggiungere): entra a far parte della fsociety, insieme ad altri colleghi hacker come Darleene, Romero, Mobley e Trenton. La principale azienda di cui l’Allsafe si è occupa è il colosso E-Corp, che domina su tutti i campi possibili, dalle banche alla tecnologia, sopranomminata da Elliot “Evil-Corp“. Qui incontrerà un giovane funzionario senza scrupoli, Tyrell Wellick, intento alla sua scalata verso il successo. Ma cosa accomuna i due? Entrambi hanno uno scopo, un obbiettivo e un piano, più o meno articolato. Non posso parlarvi dei loro piani, sarebbe troppo facile. Non posso dirvi nemmeno se collaboreranno, se hanno collaborato, perché in verità, dopo due stagioni e ventidue episodi, non l’ho ancora capito. In realtà non ho capito, come molti altri, molte cose, ma questa è un’altra storia.


Personaggi:

Non posso parlavi dei personaggi senza rivelarvi aspetti della trama focali, che si snodano in queste prime due stagioni. Posso solo dire che il telefilm è pieno di figure interessanti, diverse, personalità forti e complesse, che emergono nel trascorrere della serie, facendo risaltare anche i personaggi che si credevano più ingenui e poco utili al fine della trama. Ad esempio, Angela Moss, migliore amica di Elliot fin da bambina, lavora con lui all’AllSafe come manager responsabile. Il suo temperamento calmo, ma deciso, non riesce a far prevedere il cambiamento che subirà il personaggio durante le stagioni e il ruolo essenziale che avrà nello sviluppo della trama.

L’unico e importante personaggio che mi sembra utile e doveroso citare senza cadere in ulteriori spoiler, oltre ad Eliott, Mr.Robot e Tyrell, é …o meglio, siamo noi. Noi telespettatori, con cui Eliott interagisce, il suo amico immaginario a cui racconta dei suoi misfatti, delle sue paure, preoccupazioni, a cui chiede aiuto. Questo dovrebbe renderci la vita più facile, dovremmo sapere tutto di tutto all’interno del telefilm o perlomeno del protagonista. E invece no, é esattamente l’opposto.


Ho giá detto che in questa serie tv nulla é come sembra? Che la prima cosa da fare é cercare di dividere le allucinazioni dalla realtà? Con il rischio di ripetermi per altre mille volte, mi preme sottolinearlo: finché non capite il meccanismo, e spesso neanche allora, potrete capire completamente il senso degli eventi. Mr.Robot sará sempre un passo avanti a voi. Tutto questo é frustrante e avvicente nello stesso momento: ogni puntata fa crescere suspense, cerca di risolvere enigmi, per portare tutto nel culmine del finale di stagione che lascia lo spettatore a bocca aperta, arrabbiato per le rivelazioni e per il fatto che dovrà aspettare un anno o poco meno, per avere ulteriori spiegazioni, conferme.

Colonna Sonora:

Una delle particolarità di Mr. Robot si ritrova in una colonna sonora pensata per l’occasione, a cui si aggiungono pezzi molto noti, che comprende suoni elettronici, musica classica e brani moderni che si fondono nel contesto delle scene, a volte perfino in contrasto, incatenando lo spettatore ancora di più nella scena. A partire dalla “sigla”.

Mr. Robot è un capolavoro unico in questi anni, che continuerò a consigliare senza remore, grazie anche ai miei amati Pro e Contro.

Pro:

  • Intrigo, sospetti, teorie: se amate scervellarvi su questo genere di cose, Mr. Robot é il vostro telefilm;
  • Le scene di hacking sono realistiche e ben fatte. Gli esperti del settore non hanno niente su cui controbattere;
  • Personaggi, colonna sonora, trama, diversi Emmy Awards a suo carico: cosa volere di più?

Contro:

  • Sono presenti scene di violenza che possono turbare gli animi più sensibili e spesso gli stomaci più forti;
  • Ho visto più consumo di droga in Mr.Robot che in Narcos;
  • Se siete paranoici, non vedetelo prima di andare a letto. O al buio. O se siete in casa da soli. Causa paure irreali.
  • Non mi resta che tornare a guardare serietv da poter recensire in modo più o meno approfondito in questo spazio! E, se leggete con attenzione l’articolo, ho già nominato quale sarà la prossima malcapitata 😉

A presto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...