Fashion vademecum: pelle, eco pelle, simil pelle

Ladies and Gentlemen!
Nel mio blog tutto fare, mi sono accorta di parlare molto poco di moda. O almeno, delle mie conoscenze nell’ambito della moda che non sono riguardanti lo stile, ma le materie prime, i metodi di realizzazione e tutte quelle specifiche tecniche e quasi noiose, che alla fine sono indispensabili per ottenere il prodotto perfetto. Da studentessa di lettere moderne, d’altro canto, so quanto sia importante il peso specifico che ogni parola possiede e come sia sbagliato confonderla con un’altra, pur simile ma di significato completamente opposta. A volte bisogna attenersi alla realtà, anche quando sembra meno patinata e piacevole.

Pelle, eco pelle, simil pelle: significati e differenze.


Pelle. Una parola di cui tutti conosciamo il significato e se la associamo alle borse, non ci inganna il fatto che é un prodotto derivato e prelevato dall’animale più o meno lecito e più o meno brutale. Per diventare borsa, viene inanzitutto trattata in appositi luoghi e aziende, chiamate concerie e poi passa ai passaggi successivi che portano al prodotto finito. Fin qui, credo nulla di nuovo sotto il sole.
Passiamo al vero motivo di questo articolo, alla vera controversia: che differenza c’é tra eco-pelle e finta pelle? O meglio, c’é davvero una differenza?

La risposta é sì, c’é differenza. Eccome se c’é.

Citando testualmente l’enciclopedia treccani, l‘eco pelle é :

pellame animale conciato mediante un processo di lavorazione rispettoso dell’equilibrio ambientale“.

Come avrete letto e capito, l’eco pelle é pelle. Quando comprate una borsa di eco pelle credendo di fare un favore all’ambienti e agli animali, state invece acquistando un prodotto opposto, lasciandovi travisare dal nome fuoriviante e associato ad un prodotto fuorviante.

Di contro la parola finta pelle o similpelle riguarda il

materiale plastico di aspetto simile a quello della pelle“,

utilizzato nella realizzazione, per esempio, dei prodotti de Le borse di Elisa ( É pubblicitá occulta se il brand é mio?🤔).


(La parte superiore e la tracolla di Alessia, é similpelle)

Mi sono accorta nelle più semplici conversazioni, fino ai cosidetti esperti nel settore incontrarti nelle varie fiere, che la definizione sbagliata é più comune di quanto sembri. Mi sembrava doveroso esplicitare il concetto in un articolo, sperando raggiunga più persone possibili. Mi raccomando, non lasciatevi ingannare mai dalle parole eco o bio associate a qualsiasi cosa, controllate e informatevi sempre.

Per qualsiasi ulteriore domanda e/o curiositá, non esitate a commentare!

A presto!

Annunci

4 Comments Add yours

  1. Ma dai??? Ecopelle pensavo non fosse pelle. Ottimo articolo

    Liked by 1 persona

  2. Alis ha detto:

    No ma davvero? Devo assolutamente dirlo alle mie colleghe! E pensare che con il nostro lavoro non sapere una cosa simile è terrificante!

    Liked by 1 persona

    1. bebibi ha detto:

      Purtroppo é stata tramandato come una nozione scontata per via di un fraintendimento negli anni 90′, ma sono riuscita a capire bene la fonte. E pensare che rappresentati di tessuti, che fanno questo lavoro da sempre, cercavano di negare tutto questo 😂

      Liked by 1 persona

  3. Interessante, grazie per l’articolo

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...