Re-reading Shadowhunters: Città delle anime perdute

Ladies and Gentlemen! Ben ritrovati sul blog!
Tra studio e vari impegni sono riuscita a finire la mia rilettura. Siamo quasi alla fine gente! Ma sopratutto Shadowhunters sta per tornare e io ho accumulato una serie di appunti e di critiche che fanno invidia agli opinionisti di TvTalk.

Attenzione: spoiler



Cittá delle anime perdute- volume 5 su 6- Shadowhunters, Gli strumenti Mortali
Premessa: per me , Città delle anime perdute é un libro di transizione. Fatto benissimo, amo moltissime parti, ma non lo definirei uno trai miei preferiti, perché so cosa mi aspetta nel prossimo volume e non vedo l’ora.
Perché: i colpi di scena sono tantissimi, finalmente iniziamo a prendere condfidenza con tutti i personaggi principali, con i loro difetti, con i loro pregi, con il loro immenso coraggio. Jace e Sebastian con il piano della coppa mortale, Isabelle e Simon che finalmente approfondiscono il loro rapporto, i dubbi di Alec, la comparsa sempre più vivida di Fratello Zaccaria, gli Shadowhunters oscuri.. Per i personaggi che vengono introdotti e per lo sviluppo della trama più concentrato sulla fine, sembra quasi che sia tutta una grande preparazione per un finale da lasciare senza fiato,ma che non accadrà in questo volume.

Amore é uno spirito familiare. Amore é un diavolo, non c’é altro maligno che amore.

-Shakespeare, pene d’amore perdute

Tutte le citazioni inserite in Shadowhunters sono bellissime, ma questa che vi ho appena riportato, merita più delle altre ed è molto significativa. L’amore è un tema fondamentale in tutti i romanzi della Clare, ma si nota particolarmente in questo capitolo della saga. Amore materno, amore tra fratelli che sia sano o malato, amore profondo, nuovi amori, amori oscuri…ma partiamo con la vera recensione.

Personaggi, evoluzioni e approfondite conoscenze


-E mi piace passare il tempo con lui. Mi fa ridere e mi piace come sorride. Hai presente quando gli sale prima un lato della bocca e poi l’altro… Bè, vivi con lui, lo avrai notato per forza.-

Vorrei iniziare a parlare di Isabelle Lightwood, il grande cambiamento positivo tra i miei personaggi secondari, ormai quasi protagonisti. Inizia a provare dei sentimenti più profondi ed é spaventata da essi, ma sopratutto non sa come dimostrare a Simon che ci tiene veramente e a far cadere la sua corrazza, la sua armatura, per poter far scorgere le debolezze, i suoi bisogni.

Per la prima volta, ha una “rivale”: la gelosia che prova per Clary é ormai immotivata e irrazionale, ma nello stesso momento le deve la vita ed é legata a Jace; non potrebbe mai odiarla razionalmente o farle del male. Deve scontrarsi con una situazione a cui non é abituata con l’ulteriore peso della morte recente del suo fratellino.


– Ignis aurum probat

– Sai che cosa significa? – chiese Jocelyn, senza staccare gli occhi dal ponte che si abbassava verso di loro.

– Cosa?

– Quello che hai detto, il motto delle Sorelle di Ferro.

A quel punto il ponte era quasi orizzontale. – Significa che il fuoco tempra l’oro.

– Giusto – fece Jocelyn. – Ma non solo per quanto riguarda le armi o altri oggetti metallici. Vale anche per le avversità che mettono alla prova la forza di carattere. Nei momenti più difficili, nei momenti più bui, alcune persone brillano.

– Oh, davvero? – fece Izzy. – Be’, io sono stanca dei momenti bui e difficili. Forse non voglio brillare.

 
Non ho mai nascosto quanto adori Isabelle, per questa sua forza e per tutte le piccole debolezze che riguardano le cose grandi. Vederla crescere nei libri é stato meraviglioso, vederla rappresentata sullo schermo non ha prezzo. Per ora sono molto contenta di come é rappresentata, ma voglio vedere lo stesso cambiamento anche nella serie.


-Amore tra nerd. E’ una cosa bellissima, nonché oggetto di scherno e ilarità da parte di chi fra noi ha gusti più sofisticati-

 

Simon, Simon Lewis, fuggiasco e ramingo sulla terra. La vicenda del Marchio di Caino e tutti i suoi scompensi, mi hanno sempre affascinata moltissimo, portandomi a valutare e ad analizzare il personaggio in modo diverso. Dopo aver rimediato all’incomprensioni capisce presto quale siano le sue priorità: proteggere Clary, sistemare i rapporti con Isabelle e con la propria famiglia. Le cose non vanno sempre bene per lui, non tutto riesce in modo eccellente , ma alla fine, tutto sembra risolversi: con Isabelle il legame si stringe e rafforza, stabilendo una connessione inaspettata su tutti i fronti, Clary riesce a tornare sana e salva ed è lui che ha l’idea per salvare la situazione e infine riesce a parlare con sua sorella Rebecca, che lo accetta per quello che è, senza riserve.
Compaiono ancora Jordan, Maia, Maureen e Camille, partecipi alla trama, in senso positivo e negativo. L’ultima nominata, ad esempio, è la causa della rottura tra Alec e Magnus. O meglio, è colei che da la spinta al tutto: fa leva sulle insicurezze di Alec, spingendolo a considerare la possibilità di togliere lui stesso l’immortalità al ragazzo, pur di non dover vivere con le sue insicurezze.


-Aku cinta kamu-

[…]

-Vuol dire “ti amo”. Non che cambi qualcosa.-

-Ma se mi ami…-

-Certo che ti amo. Più di quanto pensassi. Ma è finita comunque.-

Vorrei fare un appunto sulla Regina Seliee, che ha già creato scompiglio in passato, ma che si dimostra ancora più subdola e crudele e stabilisce già dai primi momenti, chi sosterrà nella guerra che si sta prospettando. E, come al solito, sa più di quello che non dice.


“Ponderate con attenzione l’opportunità di dar la caccia al vostro amico. Perché accade sovente, con ciò che viene perso e ritrovato, che lo si scopra diverso da come lo si era lasciato”



Jace: il legame oscuro

Jace è legato a Sebastian dal marchio di Lilith in questo romanzo, e questo non porta a nulla di buono. Se ferisci uno, ferisci l’altro, se uccidi uno, muore anche l’altro. Ma non è tutto, ci sono differenze abissali tra i due Jace, che Clary per prima nota. Anche se, sono proprio queste differenze a convincere Clary a raggiungere Jace e Sebastian, per provare a salvare il primo e indovinare i piani dell’altro.


Quella, pensò Clary, era una chiara, totale differenza tra quel Jace e il suo. Il Jace che conosceva lei aveva una curiosità feroce, insaziabile, verso ogni cosa: non avrebbe mai scrollato le spalle e accettato passivamente il programma di un altro. Era come un oceano che si abbatteva incessantemente contro una costa rocciosa, mentre quel Jace era…un fiume calmo che brillava al sole.

Questa parte del romanzo, per quanto dolorosa, mi è sempre piaciuta molto. Le due visioni di Jace, l’unico momento di “rinsavimento” del ragazzo… paragrafi pieni di suspance, che tengono qualsiasi lettore legato alla pagina come se da esse ne dipendesse la propria vita.

“L’amore non è morale o immorale. È amore e basta.”

Clary, nello stesso modo, subisce una crescita esponenziale, che riesce a farmela apprezzare ancora di più e a farmi arrabbiare per come è sempre stata ritratta nella serie tv e per assurdo, anche nel film. Il suo coraggio è sorprendente, qualità che anche Jace le riconosce e le confessa che è il motivo per cui la ama. Aww.

Nel concreto, cosa vorrei vedere nella serie tv?

  • I momenti divertenti: Magnus che non riesce a ricordarsi il nome di Simon, Simon che racconta Star Wars a Isabelle per farla addormentare, le battute di Jace;
  • Camille, in tutta la sua manipolazione. Forse non l’insicurezza di Alec, ma Camille è essenziale;
  • La Regina Seliee va mostrata, non ci sono scuse;
  • La doppia personalità forzata di Jace, il legame con Sebastian ( che continuo ad odiare);
  • La comunicazione tra Clary e Simon tramite gli anelli delle fate;
  • L’evocazione del demone Azazel e il relativo uso del Marchio di Caino;
  • La comparsa di Gloriosa, la spada che salverà Jace spezzando il legame con Sebastian.

Bonus: la citazione più divertente di tutta la saga.


— Basia coquum — disse Simon. — O qualunque sia il loro motto.

— Veramente è Descensus Averno facilis est. “La discesa agli inferi è facile” — lo corresse Alec. — Tu hai appena detto “Bacia il cuoco”. Frequenti i ristoranti dell’antica Roma?

— Cavolo! — esclamò Simon. — Lo sapevo che Jace mi stava prendendo per i fondelli.

A presto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...