Cosmesi e sport: intervista a Valentina d’Amico

Ladies and Gentlemen! Ben ritrovati sul blog!
Non sono una sportiva provetta, io e lo sport siamo due mondi che fanno fatica ad avvicinarsi, la danza non conta, e la palestra é motivo di lamentele continue. Ho sempre ritenuto che beauty e sport fossero due mondi dalla conciliazione difficile, anche se nell’ultimo periodo ho ricontrasto un aumento di formulazione adatte agli sportivi non solo nel makeup ma anche nella cura del viso, dei capelli, del corpo. Per quanto sport/palestra pratichi, non ho mai sentito l’esigenza di prodotti così specifici, ma mi sono chiesta se effettivamente funzionano.

Ho incontrato Valentina D’Amico per caso, durante uno dei miei tanti passaggi al corner Urban Decay in Rinascente. Dopo una breve ma piacevole chiacchierata, incuriosita, ho fatto una piccola ricerca e mi si é aperto un mondo completamente nuovo attraverso il blog di Valentina, creato nel 2011 per parlare della Pole Dance. Grazie a lei, tutte le mie convinzioni su questa disciplina si sono ribaltate ( che prima o poi proverò anche io, e ci sará da ridere). Si percepisce dai video e dagli articoli che non solo richieda una sana dose di tenacia, ma che sia estramamente elegante e sì, molto spesso sexy.

Ho deciso di proporre questa intervista a Valentina, per parlarvi del rapporto tra sportive e makeup.

Credits:Chiara Giannoni

Qual é il tuo rapporto con la cosmesi? Ti piace prenderti cura del tuo viso, corpo e capelli attraverso prodotti di skincare e makeup? 

Direi proprio di sì, mi piace prendermi cura di me. Da adolescente ero sempre attaccata alle riviste di moda e bellezza per vedere gli ultimi prodotti, le routine più nuove e poi provarle. Poi però c’è stato un lungo periodo in cui mi sono totalmente dimenticata di creme, cremine, makeup, smalti. Pensavo che truccarsi non fosse importante per dimostrare la propria bellezza. Mentre ora ho capito che se mi dedico dieci minuti alla sera e dieci alla mattina per coccolarmi, lo sto facendo solo ed esclusivamente per me. È diventato un modo per volermi bene.

Il tuo primo ricordo legato al mondo beauty.

La nonna, lei era una vera fan del make up e dei profumi. Ho due ricordi indelebili. Il primo è quando a quattro anni mi ha portato alla Rinascente in piazza Duomo a Milano. All’ingresso una ventina di ragazze con profumi di tutti i tipi ci hanno avvolte in una nuvola di essenze. Probabilmente non erano venti le ragazze, ma dall’alto dei miei 50 cm ho questo ricordo un po’ pompato. E poi un’altra volta che sempre a casa della nonna mi sono riempita la faccia di terra, rossetto rosso e ombretto azzurro, a quei tempi quelli erano i colori più cool. Anche se ero piccola li avevo messi nei punti giusti, solo che non le ho permesso di struccarmi in alcun modo, io volevo uscire così. Immaginatevi mia nonna, molto attenta all’immagine e sempre curata, che ha dovuto portare in giro una bimba di cinque anni addobbata così. Quando mia mamma mi ha visto le è venuto un colpo.

Come é cambiato il tuo rapporto con il makeup e la skincare dopo che hai iniziato il tuo percoso nello sport in linea generale e successivamente dopo aver scoperto la pole dance?

Direi che è rinato. Come ti raccontavo prima c’è stato un periodo in cui non mi truccavo quasi per nulla. La pole dance mi ha decisamente cambiato la vita, mi ha fatto sentire più femminile e ha risvegliato in me qualcosa che si era assopito da tanti anni. Grazie allo sport poi rivaluti molto il tuo corpo, incominci a ri-conoscerlo meglio, capire quali sono le sue esigenze.

Quando tempo dedichi in media durante la giornata alla skincare? E al makeup?

In una giornata normale di lavoro di solito mi coccolo per un’oretta, tra mattina e sera. Soprattutto alla sera non vado a letto se non mi sono struccata, messa la crema e massaggiata le gambe con qualche olio. Per la routine make-up mi ha aiutato la make up artist di Urban Decay Cosmetics Irene creandomi un trucco semplice da realizzare e perfetto per me. In 10 minuti mi sento perfetta per lavorare nel mio ufficio, oppure per incontrare un cliente.

Qual é il cosmetico senza il quale non puoi uscire di casa? 

Mascara e matita per le sopracciglia. Ho le ciglia e le sopracciglia molto chiare, e senza mascara mi sembra che i miei occhi spariscano e diventino un tutt’uno con il viso. Ma se dovessi sceglierne soltanto uno ti direi senza dubbio il mascara. Magari quelli super volume effetto occhio da cerbiatto, ehm volevo dire effetto ciglia finte.

Quale prodotto beauty che ti da carica ed energia extra per le occasioni importanti?

Due cose: uno è il Clarisonic Mia e l’altro è un bel rossetto rosso intenso. Sono una scetticona per tutti i prodotti tecnologici e quando ne esce uno nuovo mi chiedo se non sarà l’ennesima cosa che butto nell’armadio a prendere polvere. Invece il Clarisonic è una bomba per pulire la pelle del viso, lo uso tre volte alla settimana alla sera e tutte le volte in cui voglio vedere la mia pelle splendente. Mentre il rossetto rosso è perfetto per tutte le giornate e riesce a trasformare i momenti no, in momenti figa spaziale. 😀

I tuoi must-have, che ricompri all’infinito.

Sai che al momento non ce ne sono? Mi piace cambiare, e provare nuovi prodotti sia per la cura del viso che per il make up. Ad esempio ora mi sono innamorata del Primer Potion base per l’ombretto di Urban Decay. Se metto quello il trucco occhi mi dura da mattina a sera, che per me è un miracolo visto che di solito il trucco occhi mi dura una o due ore.

Cosa ne pensi delle linee specifiche pensate per gli sportivi nel campo beauty? Per esempio olii tonificanti, bagnoschiuma e crema corpo nello stesso prodotto ecc..?

Il mio must have da sportiva è la linea all’arnica della Weleda: gel doccia sport, olio, crema e spray. L’arnica è un toccasana per contratture, stanchezza, lividini che ogni tanto con la pole dance escono e in più il gel doccia mi dà una sferzata di energia dopo un allenamento intenso. L’olio lo uso alla sera soprattutto per massaggiare le gambe, mentre spray e crema solo nei casi in cui sento qualche dolorino. Al momento non ho provato altre linee sport perché spesso hanno dei profumi troppo forti per me, ma ho visto che ne stanno uscendo di nuove e spero di testarle presto.


Credits: Francesca Alti

Come ti trucchi per le lezioni/allenamenti versus come ti trucchi per le gare.

Per le lezioni scelgo giusto un paio di prodotti per non appesantire il viso ed evitare l’effetto panda finale. Quindi sempre matita per le sopracciglia, mascara e rossetto possibilmente rosso. Mentre non facendo gare non saprei dirti, ma penso che dipenderebbe molto dal personaggio che sceglierei di portare in scena.

Ringrazio ancora Valentina per essersi prestata a questa folle intervista, potete trovarla su Instagram, Facebook, e sbirciare più da vicino il suo operato sul sito www.poledanceitaly.com la prima community italiana dedicato alla pole dance e www.vertige.it lo sport non convenzionale al femminile, mentre se siete pigre come me e volete approcciarvi alla pole dance nella tranquillità della vostra casa qui troverete un bellissimo corso che contiene tutto quello di cui avete bisogno.
A presto!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...